Interviste
In un’aula scolastica una maestra racconta la storia di una donna, Laura Seghettini (partigiana pontremolese, classe 1922), che all’età di vent’anni, nel 1944, decide di salire sui monti per andare a combattere con i partigiani entrando a far parte della 12ª Brigata Garibaldi, attiva sull’Appennino Tosco-Emiliano. La vita nell’accampamento, la fame, le azioni, la paura, la morte, in circostanze ancora da chiarire, del comandante Facio, suo compagno, le imprese di Laura, eletta vice commissario di brigata, vengono raccontate ad un gruppo ristretto di persone nel tempo condiviso di un piccolo rito quotidiano.

“… Da molto tempo ero alla ricerca di una storia da raccontare, e nella scelta è stato fondamentale aver conosciuto Laura Seghettini. Pur avendola frequentata in poche occasioni l’ho pensata ogni giorno per molti mesi, chiedendomi come avrei potuto raccontarla attraverso il teatro. Il racconto di quell’anno trascorso sui monti mi è sembrato nella sua imprevedibile quotidianità e concretezza straordinario, privo di retorica, disarmante…”

Laura Cleri

UNA EREDITÀ SENZA TESTAMENTO liberamente tratto da Al vento del Nord. Una donna nella lotta di liberazione di Laura Seghettini di e con Laura Cleri musiche Fabio Biondi luci Luca Bronzo consulenza storica Brunella Manotti
produzione Fondazione Teatro Due in collaborazione con Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma realizzato con il sostegno di Provincia di Massa Carrara, Comune di Prontremoli

TDue Channel