Il romanzo Dracula (1897) è, oltre che il risultato delle ricerche sulla mitologia romena da parte di Bram Stoker, un libro cult del genere gotico e d’orrore, nonché uno dei simboli della letteratura vittoriana. E proprio la figura del vampiro, con la sua sete di sangue, l’elettrizzante e diabolica bellezza, l’allettante attrazione erotica è entrata nell’immaginario collettivo con straordinario successo fino ai nostri giorni.