L’operosità che caratterizza da sempre il Teatro Due, lo spirito di creazione, l’energia che scorre nell’applicazione artigianale quotidiana in ogni spazio e ambito sono difficili da percepire e anche da descrivere. Vorremmo, in questo tempo sospeso, proporre “preziosità” del passato, suggestioni, racconti, ricordi, documenti, materiali in lavorazione che abitualmente non trasmettiamo. Piccoli doni che possano tener vivo, in primis, un desiderio condiviso di futuro, fuori dalla paura e dalla solitudine.

Lo spazio vuoto del teatro, il suo silenzio oggi innaturale ci spingono all’ascolto di nuovi bisogni, a ripensare progetti che sappiano fare ritrovare intellettualmente ed emotivamente un senso di comunità.

We don’t play at home… ma se “essere pronti è tutto”, proviamo a farlo insieme.