di William Mastrosimone

con Alessandro Averone, Federica Bognetti, Laura Cleri, Paola De Crescenzo

traduzione e regia Bruno Armando

spazio scenico Mario Fontanini
costumi Marzia Paparini
luci Luca Bronzo
assistente Sabina Vannucchi

Scritto nel 1982 dal drammaturgo americano William Mastrosimone, Extremities è stato, tra l’altro, un grandissimo successo off Broadway, nella straordinaria interpretazione di Susan Sarandon. Il testo, ancora oggi sorprendentemente attuale, è un melodramma esplosivo tra un presunto stupratore e una donna decisa alla vendetta fanno i conti con la patologia dello stupro, le ingiustizie del sistema giudiziario e la improbabile relazione tra vittima e carnefice.
La pièce, messa in scena dall’attore e regista milanese Bruno Armando, che come attore ha interpretato in passato il ruolo dello stupratore, si snoda come un vero e proprio dibattito filosofico e psicologico che porta in luce gli aspetti più reconditi e misteriosi dell’animo umano.

X