listruttoria
ph. Marco Caselli Nirmal

In occasione della scomparsa di Gigi Dall’Aglio, attore, regista e Maestro del teatro italiano, Rai 5 trasmetterà domenica 13 dicembre alle ore 23.00 L’Istruttoria di Peter Weiss, tappa cruciale della storia della scena del nostro Paese, sicuramente la regia più rappresentativa dell’intensissima vita artistica di Dall’Aglio e una delle più importanti produzioni di Fondazione Teatro Due. L’oratorio di Weiss andrà in onda nella versione realizzata per la Rai nel 1997 con la regia di Dall’Aglio e resterà disponibile on demand su Rai Play per 7 giorni.

“La Storia è piena di genocidi, ma credo che Auschwitz sia uno spartiacque: rappresenta il punto in cui si passa da uno stato di natura ad uno stato di coscienza. Con Auschwitz è iniziato un importantissimo lavoro di memoria, si è riflettuto, si continua e si deve continuare a riflettere. E da queste riflessioni nasce una coscienza della nostra cultura di opposizione. Una coscienza dell’altro, del diverso, del marginale, dell’emarginato e delle minoranze. Tutto ciò che oggi è patrimonio della nostra cultura, nasce da questa memoria”.

Da questi presupposti espressi da Gigi Dall’Aglio nasce e si mantiene viva la necessità di presentare ogni anno L’Istruttoria, appuntamento rituale che dal 1984, anno della sua creazione, torna in scena al Teatro Due di Parma dove è stato rappresentato per l’ultima volta il 23 febbraio 2020 in coincidenza con la prima chiusura dei teatri a causa dell’emergenza legata al Covid 19. Ogni anno il rito del Teatro si è compiuto e Gigi Dall’Aglio insieme a Roberto Abbati, Paolo Bocelli, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Pino L’Abbadessa, Milena Metitieri, Tania Rocchetta (e per la versione televisiva con Giancarlo Ilari), e con le musiche di Alessandro Nidi, hanno accompagnato le diverse generazioni nell’Inferno di Auschwitz, in un viaggio-tragedia della Storia contemporanea senza catarsi. L’impegno di Gigi Dall’Aglio per la memoria e la trasmissione dei saperi ha fortemente determinato la fisionomia del suo teatro, il Teatro Due di Parma, che porta nel dna il germe della sua poetica, il suo codice etico.

Start typing and press Enter to search

X