Un incontro speciale con una signora.
Una signora della danza.
Un delicatissimo solo che attraverso una geografia di gesti
ci racconta di una vita come ballerina, insegnante,
direttrice del Teatro alla Scala di Milano.
Balletto civile scrive per lei
un piccolo misterioso e umanissimo viaggio di segni,
di parole lontane fatte di tutte le lingue
che la maestra conosce.
Incontriamo Annamaria con la sua grazia
ed è il suo amore immenso per la danza
che le permette di dialogare
con la nostra irriverenza stilistica,
attraverso il suo corpo classico
proponiamo il nostro invito contemporaneo
a resistere e a fare delle nostre passioni
il segno indiscutibile della nostra vita.

Michela Lucenti

Anna Maria Prina è un vero punto di riferimento per l’insegnamento della Danza Classica. Ha formato danzatori del calibro di Massimo Murro e Roberto Bolle.
Diplomata alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, si è perfezionata per due anni al Teatro Bolshoi di Mosca e al Teatro Marinskij di San Pietroburgo.
Ha iniziato nel 1960 la sua carriera professionale al Teatro alla Scala dove ha ballato i principali ruoli di solista del repertorio classico, neo-classico e contemporaneo. Nel 1974 prende le redini della direzione della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala ove insegna anche classico e repertorio. Rimarrà alla direzione fino al 2006. Ha curato le coreografie per gli spettacoli della Scuola di Ballo della Scala, per opere del Teatro alla Scala (“Anacreonte”, “Andrea Chenier”, “Un re in ascolto”, “Nozze di Figaro”, “Falstaff” e “Gioconda”) e altri teatri italiani e stranieri. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per la sua meritoria attività nel campo della danza; ha inoltre tradotto dal russo importanti pubblicazioni di danza classica. Collabora spesso a enciclopedie e riviste con testi sulla danza essendo autrice lei stessa di 3 volumi dedicati alla danza classica.

Il 12 dicembre alle ore 17.30 la danzatrice e coreografa Anna Maria Prina incontrerà gli spettatori a Teatro Due, in un incontro a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili (info e prenotazioni: g.guiducci@teatrodue.org, tel. 0521/289659)

X