Presentazione multimediale (collage di testi, immagini, filmati) di Gottfried Wagner con brani per pianoforte, eseguiti da Orazio Sciortino musiche di Felix Mendelssohn, Richard Wagner/Liszt, Arnold Schoenberg, Erwin Schulhoff (prima parte), Mario Castelnuovo-Tedesco, Aldo Finzi ed altri compositori italiani perseguitati (seconda parte)

In una sorta di conferenza concerto, realizzata unendo musica e altri eterogenei materiali documentari, Gottfried Wagner, enfant terribile della famiglia del grande Richard, ripercorre la storia dell’antisemitismo e delle musiche dei compositori perseguitati. Questo originale esperimento è frutto delle ricerche che Wagner ha fatto confluire nel suo libro “Da Norimberga a Roma”. La novità di questo testo non è solo nel confronto tra la legislazione antisemita in Germania e in Italia con l’annessa prassi persecutoria che porta ad Auschwitz per i nazisti e alla collaborazione degli italiani con i nazisti nella “caccia all’ebreo” all’interno della Rsi dopo l’8 settembre del ’43. L’originalità della ricerca sta soprattutto nel rintracciare il punto di partenza sia del razzismo italo-tedesco, sia la continuità nel tempo della discriminazione razziale nella Germania guglielmina-hiltleriana e nell’Italia giolittiana e poi fascista. Gottfried Wagner (1947), musicologo e regista teatrale, si occupa da diversi anni, in qualità di pubblicista, di storia ebraica del XIX e XX secolo e dei rapporti tra cultura e politica in Germania (Salvezza dal Salvatore? Richard Wagner in Israele, Picus Verlag, Vienna, 2007). E' cofondatore del Post – Shoah/Holocaust Dialogue Group (La Nostra Ora Zero, Böhlau Verlag Vienna, 2006) e autore del saggio Weill e Brecht, pubblicato in Germania, Italia (Edizioni Studio Tesi, 1992, distribuzione Edizioni Mediterranee srl, Roma) ed in Giappone. Gottfried Wagner è stato direttore della Kurt Weill Foundation di New York dal 1977 al 1979. Ha ricevuto diversi premi internazionali. La sua autobiografia "Il Crepuscolo dei Wagner" (1998), tradotta fino ad oggi in sette lingue, ha provocato anche in Italia (dove è stata pubblicata nel 1998 dalla casa editrice “Il Saggiatore”) una profonda discussione sul fenomeno culturale e politico "Richard Wagner a Bayreuth ". Vive in Italia dal 1983. www.gottfriedwagner.com

X