dal romanzo di Antonio Tabucchi

drammaturgia Maria Maglietta

con Patrizia Bollini, Daria Deflorian, Gabriele Duma, Simone Faloppa

Renata Mezenov Sa, Mariano Nieddu, Alessio Piazza, Naike Anna Silipo

Alexandre Vella

scene e costumi Carlo Sala

assistente scene e costumi Roberta Monopoli

musiche Mirto Baliani

regia Marco Baliani

produzione Teatro di Roma

Prima tappa del progetto Fratelli di Storia pensato da Marco Baliani e prodotto dal Teatro di Roma per i 150 anni dell’Unità d’Italia, Piazza d’Italia è tratto dal romanzo capolavoro di Antonio Tabucchi.

Storia di un borgo dell'alta Toscana e dei suoi abitanti nell'arco storico che va dall'Unità d'Italia ai primi anni sessanta, Piazza d’Italia narra le vicende di quel periodo storico filtrandole attraverso la vita di una famiglia di fede garibaldina seguendo, come nello stendersi di un albero genealogico, il succedersi delle generazioni, gli intrecci con la vita del paese e dei suoi abitanti ma anche con la più grande Storia italiana.

Conservando la coralità epica della scrittura, in un alternarsi di scene collettive e di singole narrazioni, Piazza d’Italia prosegue la ricerca di drammaturgia narrativa che caratterizza il percorso artistico di Marco Baliani.

La particolare forza della scrittura di Tabucchi si traduce in una presenza corporea forte, in un'invenzione simbolica e al contempo materica, fatta di gesti, danza, canti e oggetti, manufatti appositamente creati che richiamino in altro modo la visionarietà dell'opera.

Ed è proprio la qualità della presenza scenica degli attori, del loro linguaggio drammaturgico, che permetterà a questa storia del nostro passato di rifuggire dalla trappola di un rivisitato neorealismo e di farsi di colpo specchio della nostra contemporaneità.

Marco Baliani

X