Carlo Colla & Figli

PINOCCHIO

fiaba tratta dal romanzo Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi

SPAZIO GRANDE
29 aprile 2022, ore 20:30
30 aprile 2022, ore 17:00

i marionettisti
Franco Citterio, Maria Grazia Citterio, Piero Corbella,
Camillo Cosulich, Debora Coviello, Carlo Decio, Cecilia Di Marco,
Tiziano Marcolegio, Pietro Monti, Giovanni Schiavolin, Paolo Sette
apprendiste marionettiste
Veronica Lattuada, Michela Mantegazza

voci recitanti
Loredana Alfieri, Marco Balbi, Roberto Carusi, Maria Grazia Citterio, Piero Corbella,
Carlo Decio, Teresa Martino, Lisa Mazzotti, Riccardo Peroni, Roberto Pompili, Gianni Quillico,
Franco Sangermano, Giovanni Schiavolin, Lorenzo Schiavolin, Paolo Sette

regia Franco Citterio e Giovanni Schiavolin

musica originale di Danilo Lorenzini
scene, sculture e luci di Franco Citterio
costumi di Cecilia di Marco e Maria Grazia Citterio

produzione ASSOCIAZIONE GRUPPORIANI – MILANO
coproduzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa
Comune di Milano – Teatro Convenzionato
NEXT Laboratorio delle idee – Regione Lombardia

Le marionette della Carlo Colla & Figli si apprestano a rappresentare Le avventure di Pinocchio con il dovuto rispetto al romanzo, ma anche con senso critico, con la capacità di creare illusioni e un mondo pieno di fascino che sorprenderanno ancora una volta gli spettatori di ogni età. Gli attori di legno, con le loro diverse forme e dimensioni, la loro gestualità e il forte potenziale evocativo che portano in sé, coadiuvate dalle voci storiche che, da anni, donano la parola ai piccoli personaggi e le note musicali che ne fanno spesso da cornice, cercheranno di trascinare il pubblico in una sorta di ballata popolare, dalle tonalità dolci ma anche, a tratti, amare, scandagliando gli aspetti poetici insiti nel romanzo, creando un racconto a cavallo tra fantasia e sapienza popolare. Accogliendo anche alcune suggestioni sonore dal testo letterario (come “bubboli e squillo di trombetta” o la strofetta “Tutti la notte dormono” dell’Omino di burro), la musica si dipana tra marcette circensi, valzer da saga paesana, ritornelli di cantastorie ed il ligneo crepitare delle articolazioni del protagonista marionetta. È nata così una drammaturgia incorniciata da un prologo ed un epilogo, e sviluppata in sei differenti quadri, creando otto situazioni sceniche dinamiche, mutevoli ed in movimento; queste saranno lo sfondo dei personaggi che, fra marionette e marionettine, animali antropomorfi ed animali naturalisti, figurini, sagome e cartonaggi, supereranno le centocinquanta unità. Come per tutti i nuovi spettacoli della Compagnia, la produzione prevede oltre alla stesura ex novo del copione, la composizione delle musiche originali e la realizzazione di marionette, scene, costumi e attrezzeria nei laboratori artigianali interni della Compagnia.

X