Teatro Festival Parma – Meeting Europeo dell’Attore nasce nel 1983 riprendendo la tradizione dello storico Festival Universitario di Parma, che fino al 1975 ha contato 21 edizioni. Teatro Festival Parma è l’incontro annuale del teatro europeo e internazionale dedicato alla presentazione e all’analisi dei nuovi temi ed argomenti di riflessione: momento centrale è l’evento spettacolare, cui si svolgono, in parallelo, convegni, tavole rotonde, dibattiti che provocano ed analizzano i movimenti di idee che attraversano il teatro europeo in un incontro con il teatro italiano. Se le primissime edizioni del Festival si rivolgevano ad un pubblico di “addetti ai lavori”, nel corso degli anni l’attenzione si è estesa a studenti e docenti universitari, scuole di teatro, registi, drammaturghi e attori del teatro italiano e europeo. In tempi più recenti, una sempre più larga adesione ed un crescente coinvolgimento di pubblico hanno attestato un profondo radicamento della manifestazione in città e più in generale in Italia. Nelle sedici edizioni svoltesi fino al 1998 Teatro Festival Parma si è affermato come una delle più importanti manifestazioni culturali europee, consolidando rapporti dal punto di vista artistico con i maggiori esponenti del teatro mondiale e con le più importanti istituzioni europee. Teatro Festival Parma ha ottenuto il Premio dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, attribuito come “unica rassegna in Italia in grado di superare sterili distinzioni tra sperimentazione e teatro tradizionale, tra ricerca isolata e grandi centri produttivi finanziati dallo Stato, scegliendo secondo criteri di intelligenza, professionalità, rigore formale”. Nelle ultime edizioni il Festival si è sempre più improntato ad una caratteristica di multidisciplinarità allargandosi ad ospitare, oltre alla prosa, spettacoli di danza, musica, letteratura, mostre, incontri e dibattiti e proponendosi come evento culturale capace di coniugare grandi temi (Füssli e Shakespeare nel 1997, la cultura ebraica nel 1998), con la partecipazione di un pubblico vasto e diversificato e con la riflessione interna alla professione teatrale.

Fra gli ospiti che sono stati presentati a Parma – e per la prima volta in Italia –  che hanno fatto la storia del Festival:

Schaubühne (Berlin), Comédie Française, Schauspielhaus (Colon), Theater Am Turm (Frankfurt), Théâtre National de Strasbourg, Bayerisches Staatschaulspielhaus (Munich), Stary Teatr (Cracow), Theater Im Palast (Berlin), Théâtre Varia (Bruxelles), MC93 de Bobigny, Dramaten (Stockolm), Théâtre National Populaire, Schiller Theatre, Berliner Ensemble, Katona Josef (Budapest), Vakhtangov (Moscow), Villeurbane T.N.P., Needcompany, Theatre de Complicité, Cheek by Jowl.

Fra gli artisti più importanti presenti nelle varie edizioni del Festival:

Pina Bausch, Peter Stein, Heiner Müller, Michel Vinaver, Valère Novarina, Klaus Grüber, Roberto Ciulli, Arnold Wesker, Jacques Lassalle, Joseph Chaikin, Ekkehard Schall, Barbara Brecht, Jérôme Deschamps, Herbert Achternbusch, David Warrilow, Bernhard Minetti, Manfred Karge, Alvis Hermanis, Gildas Bourdet, Mechtild Grossman, Alain Cuny, Andreij Wajda, Jerzy Stuhr, Anatolij Vassiliev, Maria Casarès, Ingmar Bergman, Georges Lavaudant, Jean Pierre Vincent, Matthias Langhoff, Piotr Fomenko, Silviu Purcarete, Eimuntas Nekrosius, Fiona Shaw, Edith Clever, Abraham B. Yehoshua, Declan Donnellan, André Wilms, Heiner Goebbels, Angela Winkler, Guido Ceronetti, Vincenzo Cerami, Gianni Celati, Stefano Benni, Andrea Zanzotto, Edoardo Sanguineti, Vittorio Sermonti.

X