Lo Spazio Caldaie è il segno più tangibile della vita passata dell’edificio, uno spazio caratterizzato da corridoi di volte, pilastri e archi in mattone. Nella piccola vasca ipogea all’ingresso dello spazio minimo, sono visibili alcune tracce di archeologia industriale, preservate durante l’ultimo restauro conclusosi nel 2003.

Lo Spazio Caldaie durante l’allestimento de La biblioteca del diavolo
 di Juan Mayorga