Oggi 21 settembre 2019 i drammaturghi, i registi e gli attori del Corso di Alta Formazione CASA DEGLI ARTISTI 2019 hanno presentato davanti a un pubblico selezionato il lavoro

 

“VUOI  UN’OLIVA?”

Mise en espace del lavoro svolto su
HEDDA GABLER di Henrik Ibsen nella versione di Patrick Marber

con: Manuela Biancoli, Simone Chiacchiararelli, Valeria de Santis, Arianna Di Girolamo, Miriam Giudice, Michela Lusa, Daniele Molino, Federica Ombrato, Gianluca Pantosti, Francesca Nicol Pentasuglia, Gianpiero Pitinzano, Mauro Sole, Veronica Stecchetti, Teresa Tanini, Claudia Zàppia

a cura di MONICA NAPPO

interventi registici di Giacomo Bogani

interventi drammaturgici di Francesco Tozzi

Hedda Gabler è uno dei testi più importanti di Ibsen: una drammaturgia dove la rivoluzione moderna dello scrittore norvegese si avverte più che in ogni altra.
La versione di Patrick Marber che i partecipanti snellisce ulteriormente l’originale e dà la possibilità ai contrasti e alle dinamiche interpersonali di esplodere in maniera ancora più dirompente, con verità e semplicità.
Il lavoro di Monica Nappo si è focalizzato su due temi imprescindibili: passione e dolore.

Nella selezione di scene che presentiamo – non in ordine cronologico – ci siamo concentrati su quello che succedeva all’interno dei personaggi durante il testo, tentando di stare nello spazio e di abbandonarci alla situazione, allenando ad aprire e chiudere attorialmente il mantice dell’emozione.
Giocando e divertendoci, perché il testo lo permette (quando non lo indica chiaramente), osando pure intervenire con frammenti di drammaturgia originale, così da sgomberare il campo da qualsiasi teoria pregressa che vede Hedda Gabler come un personaggio algido e impenetrabile, spietato e privo di sentimenti e restituendo al testo il suo originale seme passional-rivoluzionario.