Reggio Parma Festival, associazione che dal 2001 svolge attività di promozione culturale sul territorio di Parma e Reggio Emilia, ha deciso, come risposta alla disgregazione forzosa imposta dalla pandemia, di fare un passo ulteriore nella direzione di unire le professionalità, le specificità e le potenzialità dei teatri e delle città coinvolte, affidando a un artista, Yuval Avital, la costruzione di un percorso artistico che attraverso eventi, mostre, performance, installazioni, coinvolga, su un’idea e un progetto unici, le migliori espressioni artistiche, sia locali sia nazionali. 

Bestiario della Terra, questo il nome del progetto in programma a Parma e Reggio Emilia da giugno a dicembre 2022, sarà una rivisitazione potente e suggestiva delle tradizioni che dal Medioevo connotano fortemente la cultura artistica, religiosa e scientifica di questa porzione di Emilia. In un susseguirsi caleidoscopico di eventi, il progetto – che interesserà luoghi diversi tra musei, teatri, siti archeologici, comunità ed enti locali – viene realizzato in stretta collaborazione con le tre fondazioni teatrali socie del Reggio Parma Festival, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Fondazione Teatro Regio di Parma e Fondazione Teatro Due di Parma, con cui l’artista ha condiviso l’elaborazione e la definizione di ogni singola attività, in un virtuoso compenetrarsi di talenti e professioni. 

Il progetto nella sua globalità verrà presentato il 9 giugno in conferenza stampa. Sempre lo stesso giorno sarà aperto al pubblico il primo tassello del percorso immaginato e ideato da Yuval Avital: la mostra Anatomie Squisite verrà inaugurata presso i Musei Civici di Reggio Emilia dove rimarrà fino al 24 luglio; a partire dal 10 giugno l’opera sonora Il canto dello Zooforo abiterà lo spazio della  Casa del Suono di Parma fino al 9 ottobre.

X