FOLIA
Teatro Festival Parma 22

MOURAD MERZOUKI

FOLIA

ARENA SHAKESPEARE
29 giugno, ore 21:15

danzatori Habid Bardou, Nedeleg Bardouil, Lisa Ingrand,
Mathilde Devoghel, Sofian Kaddaoui, Mélanie Lomoff,
Joël Luzolo, Franck Caporale, Mathilde Rispal,
Yui Sugano, Aurélien Vaudey, Titouan Wiener

musicisti Franck-Emmanuel Comte, André Costa, Clara Fellman,
Nicolas Janot, Clément Latour, Florian Verhaegen

soprano Heather Newhouse

scene Benjamin Lebreton
luci Yoann Tivoli
costumi musicisti Pascale Robin
assistito da Pauline Yaoua Zurini
costumi danzatori Nadine Chabannier

musica Franck-Emmanuel Comte – Le Concert de l’Hostel Dieu
e Grégoire Durrande
direttore artistico e coreografo Mourad Merzouki
assistito da Marjorie Hannoteaux

È un vortice di stupore e di incanto quello che realizza Mourad Merzouki nei suoi spettacoli, un crescendo di emozioni che prende vita dall’energia incontenibile di una compagnia di straordinario talento. Figura di spicco della scena hip-hop fin dagli anni ’90 Merzouki è coreografo alchimista dedito alla fusione di arti marziali, circensi, visive, video e musica dal vivo nella sua esplorazione artistica. Dall’inaspettato incrocio tra hip-hop e musica barocca, tra la tarantella italiana e l’elettronica, tra il balletto classico e i movimenti dei dervisci rotanti, nasce l’insolito e affascinante mosaico di Folia. Folia è un viaggio dal Sud dell’Italia al Nuovo Mondo in cui i danzatori della compagnia Käfig evolvono insieme ai musicisti dell’ensemble barocco Le Concert de l’Hostel Dieu guidato da Franck-Emmanuel Comte, tra le note di Vivaldi e i suoni elettronici creati da Grégoire Durrande.

 

Ci sono delle cose che vorremmo prolungare per tutta una notte tanto forti sono la poesia e la bellezza che emanano.
Mourad Merzouki sa benissimo come convocare bellezza e poesia e la sua nuova creazione le fonde con sapienza.
Odile Morain, Culture Box

Lo spettacolo è un continuo crescendo che intreccia stili, danze e musiche, per condensarsi, alla fine, in una spirale di energia irresistibile.
Anne Bavelier. Le Figaro

Come ogni volta, Merkouzi ci prende per mano e ci porta altrove.
François Delétraz, Le Figaro magazine

Mourad Merzouki è danzatore e coreografo di danza contemporanea, hip-hop e attuale direttore del Centro coreografico nazionale di Créteil. Originario della città di Saint-Priest, Mourad Merzouki ha iniziato studiando alla scuola di circo e praticando arti marziali prima di interessarsi all’hip-hop all’inizio degli anni ‘90. Successivamente ha seguito corsi di danza, in particolare con Josef Nadj, ha creato la compagnia Accrorap con il suo complice Kader Attou nel 1989 e poi ha fondato la sua compagnia nel 1996. Chiamata Käfig, (traduzione: gabbia), la compagnia nasce col preciso intento di mescolare diversi stili di danza. Collabora spesso con Josette Baïz, ex ballerina di Jean-Claude Gallotta, e sviluppa un suo particolarissimo linguaggio contemporaneo. Nel 2003 ha collaborato con Kader Attou alla creazione di Mekech Mouchkin – Y’a pas de problème nel quadro dell’anno dell’Algeria in Francia. Nel 2006 ha ricevuto il Premio SACD per i nuovi talenti coreografici. Il 1° settembre 2009 ha diretto il Centro coreografico nazionale di Créteil, diventando il secondo coreografo hip-hop (con Kader Attou) a dirigere una CCN in Francia, succedendo a Dominique Hervieu e José Montalvo.

ph. Gilles Aguilar / Julie Cherki

X