Il progetto di formazione nazionale Volgare Illustre, proposto da Fondazione Teatro Due a 23 licei classici sparsi in tutta Italia lo scorso autunno e iniziato a gennaio 2022, ha innescato un vero e proprio viaggio alla (ri)scoperta della nostra Lingua che, sabato 14 e domenica 15 maggio, giungerà alla sua conclusione. Dopo aver partecipato a quattro moduli online che hanno analizzato il rapporto della lingua con dialetto, politica, tecnologie e questione di genere, finalmente gli studenti che hanno svolto questo percorso si incontreranno di persona al Teatro Due di Parma, dove ritroveranno i 4 linguisti che li hanno guidati in questi mesi – Cecilia Robustelli, Luca Serianni, Michele Cortelazzo e Gianluca Lauta – insieme ad altri colleghi e cultori della parola per quello che si prospetta come un vero e proprio festival della parola. La Gazzetta di Parma ha dedicato uno speciale sulle pagine della sua edizione di martedì 10 maggio in cui propone contenuti esclusivi a firma dei 4 linguisti protagonisti del progetto insieme ad alcune riflessioni dei ragazzi del Liceo Classico Romagnosi di Parma e dei Dirigenti scolastici Elisa Colella e Pier Paolo Eramo.
Infine, ad aprire lo speciale, alcuni spunti di Giacomo Giuntini, responsabile di Volgare Illustre, che spiega la necessità del Teatro di riflettere, investigare e discutere sulla Lingua e sulla Parola, sull’urgenza di confrontarsi su questi temi specialmente adesso che la parola viene sempre più distorta, snaturata quando non negata: ogni parola che non viene pronunciata è una parola perduta; e, con essa, un pezzo di umanità.

X