Fondazione Teatro Due propone un duplice appuntamento dedicato a Wajdi Mouawad, uno degli autori più interessanti della nuova drammaturgia europea. Di questo autore Fondazione Teatro Due ha commissionato per la prima volta in Italia la traduzione di Littoral, messo in scena in prima nazionale nel 2017 dal regista Vincenzo Picone. Vicino nella sua produzione a temi urgenti per le nuove generazioni, Mouawad ha ispirato anche il classroom play curato da Vincenzo Picone e prodotto da Fondazione Teatro Due Prof., cosa vuol dire essere vivi?, uno spettacolo che è diventato un piccolo “caso” per la forza con la quale ha toccato l’emotività del considerevole numero di studenti che lo hanno visto rappresentato in tutti gli istituti superiori di Parma e Provincia.

Dopo aver superato le 100 repliche ed essere stato visto in classe da oltre 3000 studenti, Prof., cosa vuol dire essere vivi? sarà messo in scena per la prima volta al Teatro Due, martedì 19 novembre alle ore 19.00, dopo la presentazione del libro RENCONTRELe nouvel humanisme de Wajdi Mouawad di Simonetta Valenti (Ed. Peter Lang, Bruxelles 2019) che sarà presentato dall’autrice e dal regista Vincenzo Picone alle ore 17.30. Simonetta Valenti, Professoressa di letteratura francese all’Università di Parma, autrice di diverse pubblicazioni internazionali dedicate al Simbolismo e ai suoi rappresentanti e ai grandi protagonisti del panorama letterario francese del XIX secolo, ha focalizzato i suoi studi più recenti sulla letteratura di Wajdi Mouawad.

Martedì 19 novembre

ore 17.30

presentazione del libro
Rencontre – Le nouvel humanisme de Wajdi Mouawad
di Simonetta Valenti

ore 19.00 

PROF., COSA VUOL DIRE ESSERE VIVI?
liberamente tratto da Assoiffés di Wajdi Mouawad

a cura di Vincenzo Picone
con Giulia Pizzimenti e Davide Gagliardini
produzione Fondazione Teatro Due

 

Informazioni e prenotazioni: biglietteria@teatrodue.org – 0521230242

Leave a Comment

0

Start typing and press Enter to search

X