Siamo lieti di annunaicare che nella stagione 2018/2019 torna in scena Hikikomori di Holger Schober, con Gian Marco Pellecchia e Laura Cleri per la regia di Vincenzo Picone.

Giunta al suo quinto anno di riprese, questa produzione di Fondazione Teatro Due affronta da vicino un problema dell’adolescenza che si sta purtroppo diffondendo sempre di più sul territorio europeo e italiano: il fenomeno degli Hikikomori, ragazzi che si rinchiudono nelle loro stanze chiudendosi a ogni tipo di rapporto con il mondo esterno e irterfacciandosi con gli altri soltanto tramite internet.

Hikikomori, che andrà in scena in numerose mattinate dedicate alle scuole e a un pubblico di studenti, andrà in scena anche con una replica serale il 12 marzo 2019 alle 20.30.
In quell’occasione ci sarà anche un incontro promosso dall’Associazione Hikikomori Italia, al quale interverranno Valentina Cagna, sorella di un giovane hikikomori di Parma, Maria Inglese, medico-psichiatra, Azienda AUSL di Parma, Silvia Levati, psicoterapeuta di riferimento per l’Associazione Hikikomori Italia Genitori di Parma, Vincenza Pellegrino, sociologa Università di Parma, Vincenzo Picone, regista e formatore teatrale, Tiziana Testoni, coordinatrice gruppo genitori di Parma e Piacenza dell’Associazione Hikikomori Italia Genitori, e Fabio Vanni, Dirigente psicologo – psicoterapeuta presso la NPIA u.o.s di Psichiatria e Psicologia Clinica dell’infanzia e dell’adolescenza di Parma.

 

In occasione della replica serale di Hikikomori. Metamorfosi di una generazione in silenzio, Fondazione Teatro Due e l’Associazione Hikikomori Italia Genitori dedicano un pomeriggio d’incontro, riflessione e approfondimento su una delle tematiche giovanili più discusse degli ultimi anni.
Da fenomeno sociale sviluppatosi negli anni ’90 oltre oceano, quello degli Hikikomori – letteralmente tirarsi fuori – è divenuto sempre più familiare in Europa e ad oggi, in Italia, si contano più di centomila adolescenti che scelgono di auto-recludersi interrompendo ogni relazione con il mondo esterno.
Chi si nasconde dietro questa macro categoria degli Hikikomori? Quali responsabilità ha la famiglia, la scuola e la società contemporanea? Quali strategie di ascolto e di cambiamento attuare? Quali le possibili cause e i potenziali scenari che oggi vediamo profilarsi?
Numerosi e diversificati saranno gli interventi, proprio per cercare di restituire la complessità di una rottura sempre più presente tra “la giovinezza e noi”.

Vincenzo Picone

La cittadinanza è invitata a partecipare.
L’incontro si terrà a Teatro Due alle ore 17.30 del 12 marzo 2019, l’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. È gradita la prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni riguardo l’incontro e lo spettacolo  rivolgersi alla biglietteria di Teatro Due in borgo Salnitrara 12/a.
E-mail: biglietteria@teatrodue.org
tel: 0521230242
www.teatrodue.org

 

Leave a Comment

0

Start typing and press Enter to search

X