TRE ALBERGHI

di Jon Robin Baitz

con
Francesco Migliaccio, Maria Grazie Plos

regia Serena Sinigaglia

produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

Spazio Bignardi

19 e 20 aprile 2016, ore 21.00

Ken e Barbara hanno un passato da attivisti per la solidarietà e la pace nel mondo. In particolare, alla coppia sta a cuore la situazione di quello che viene considerato il Terzo Mondo, afflitto dalla fame e dalla povertà.

Quando poi Ken decide di lavorare per una multinazionale di prodotti di prima necessità, proprio per approfondire la sua battaglia in favore di chi ha fame, le cose cambiano e lui si ritrova ad essere ingranaggio del sistema di sfruttamento della fame. Proprio quel sistema che lui sognava di scardinare, come sognava la stessa Barbara, che non riconosce più suo marito in quel freddo e spietato manager che Ken è diventato. La crisi di coppia cresce insieme al figlio dei due, che li metterà faccia a faccia con la loro incolmabile distanza e li costringono allo scontro. Le stanze di tre alberghi sono il luogo di una narrazione serrata e tagliente che attraversa tre momenti della vita coniugale dei protagonisti, che si dipana nella sua contraddittorietà e in un tortuoso percorso verso la consapevolezza e la coscienza critica di se stessi e del mondo.

Jon Robin Baitz, nato a Los Angeles nel 1961 e vissuto tra gli Stati Uniti, il Brasile e il Sudafrica, è autore teatrale, sceneggiatore televisivo e cinematografico e produttore. La sua formazione è composita e si nutre di diverse realtà e diversi stimoli che egli traduce nella sua drammaturgia. Essa è infatti intessuta di diverse appartenenze sociali e culturali e punta all’universalità. La stringatezza dello stile è spesso tagliente e spietata, ma la lucidità della scrittura è valsa a Baitz molteplici premi. Con Three Hotels nel 1991 ha vinto l’Humanitas Prize.

X