Ensemble Attori Teatro Due

UN FIGLIO DEL NOSTRO TEMPO

il mio cuore è un mare nero

dal romanzo di Ödön von Horváth

adattamento di Amedeo Guarnieri e Lucrezia Le Moli

SPAZIO BIGNARDI
9, 11, 14 / 16, e 18 ottobre, ore 20:30
10 e 17 ottobre, ore 16:00

Prima nazionale

con Cristina Cattellani, Laura Cleri, Paola De Crescenzo, Alessio Del Mastro, Davide Gagliardini
Luca Nucera
, Nanni Tormen, Emanuele Vezzoli
con la partecipazione in video di Massimiliano Sbarsi, Michela Lusa, Nora Birouk

scene e costumi Emanuela Dall’Aglio
luci Claudio Coloretti
musiche Enrico Padovani
fotografia video Andrea Morgillo

aiuto regia Massimiliano Sbarsi

regia Lucrezia Le Moli

produzione Fondazione Teatro Due

Un figlio del nostro tempo è un romanzo di formazione politica scritto da Ödön von Horváth nel 1937, che fu subito inserito tra la letteratura dannosa e indesiderabile dell’epoca e costrinse l’autore trentaseienne all’esilio. Vi si racconta di un ragazzo disoccupato che, presa la decisione di arruolarsi come volontario, sente finalmente di aver trovato, nella vita militare, il proprio posto nel mondo. Tornerà dalla guerra privo dell’uso di un braccio e dell’illusione alla quale si era consegnato. Inizierà così un progressivo smascheramento della propria coscienza, che lo porterà a compiere un gesto estremo. Il racconto di questa esistenza solitaria che tenta come può di trovare il proprio posto nel mondo diventa anomala miscela di narrativa popolare, favola e dramma psicologico, vertiginosa reinvenzione della realtà grazie all’uso della sperimentazione visiva.

logo rpf colori
Teatro Parma festival 2021 - Logo
X