Il Trionfo del Tempo e del Disinganno
intervista a Fabio Biondi

Nell’ambito di Parma Capitale Italiana della Cultura 2021 gli straordinari spazi della Chiesa di San Giovanni Evangelista di Parma, celeberrimi per gli affreschi del Correggio, diventano “teatro” della nuova produzione di Fondazione Teatro Due: l’allestimento in forma scenica, nei giorni 26 giugno alle ore 19.30 e 28 giugno alle ore 20.30, dell’oratorio Il Trionfo del Tempo e del Disinganno, libretto di Benedetto Pamphilj, musica di Georg Friedrich Händel.
Il M° Fabio Biondi, violinista e direttore d’orchestra di fama mondiale dirigerà l’Orchestra Europa Galante e un ensemble di solisti d’eccezione composto da Francesco Marsiglia, Francesca Lombardi Mazzulli, Vivica Genaux e Arianna Rinaldi con la direzione teatrale di Walter Le Moli.

Per chi ama la musica antica, Europa Galante è leggenda. Da quando Fabio Biondi l’ha fondata, l’Orchestra ha dato una scossa sismica a un mondo filologicamente blando e musicalmente inamidato; sicuramente si tratta dell’ensemble italiano di musica antica più famoso e premiato in campo internazionale. In pochi anni ha venduto quasi un milione di dischi e Le quattro Stagioni vivaldiane incise per Opus 111 sono diventate un vero caso internazionale.
In questa intervista, realizzata in occasione dell’allestimento de Il Trionfo del Tempo e del Disinganno, Fabio Biondi ci introduce nell’universo musicale creato dal giovane Georg Friedrich Händel.

X