Sabato 20 marzo, con la diretta streaming dei testi Dead Man Waiting di Manlio Marinelli e Bestie incredule di Simone Corso, si sono concluse le MEZZ’ORE D’AUTORE, un progetto di drammaturgia contemporanea che ci ha entusiasmati, trasformando lo stallo forzato in opportunità di creazione tramite lo studio delle possibilità che il video ci poteva offrire.

Si porta a compimento un’esperienza intrigante. – racconta Lucrezia Le Moli, che ha curato le riprese dell’intero progetto – Lo stallo forzato si è trasformato in opportunità di creazione e abbiamo studiato le possibilità che il video ci poteva offrire. In teatro è difficile mostrare un primo piano, una prospettiva zenitale o isolare la reazione di un attore, mentre in questa dimensione abbiamo potuto farlo. Intimità, segretezza, tensione sono state le nostre parole d’ordine. Gli attori sono colti in quella fase della prova che precede l’andata in piedi, abbiamo fatto la scelta precisa di averli sempre presenti, anche quando si limitavano al ruolo di ascoltatori. Ci siamo convinti che l’immaginazione andasse nutrita, ci sembrava che il pubblico lo esigesse. Partendo da questo assunto, abbiamo esasperato l’assenza: nessuna scenografia, le americane sono a vista, non c’è alcuna musica diegetica né tantomeno extradiegetica, la platea è ossessivamente vuota e ci siamo totalmente negati l’utilizzo di costumi e di oggetti di scena. La volontà era di non privilegiare alcun testo, certi che l’assunzione di un dogma comune ci avrebbe permesso di verificare le potenzialità degli otto autori in modo equanime.

Come ricordato dal Direttore di Fondazione Teatro Due Paola Donati al termine dell’incontro tra la regista Lisa Ferlazzo Natoli e i due autori che ha seguito gli spettacoli, il progetto potrebbe trovare nuovi sviluppi.

Nel frattempo comunichiamo che Focus group di Marco Di Stefano / Il principe dei sogni belli di Tobia Rossi, Il Fiore rosso di Maria Teresa Berardelli / Ottavo Livello di Giuseppe Viroli, Il serraglio di Carlo Galiero / Le conseguenze del surriscaldamento globale di Giulia Lombezzi e Dead men waiting di Manlio Marinelli e Bestie incredule di Simone Corso saranno disponibili sul canale YouTube di Fondazione Teatro Due fino al 30 aprile 2021.

X