logo rpf colori

INCONTRI – Arena Shakespeare

 

UNA SOCIETÀ MIGLIORE DOPO LA PANDEMIA

coordinamento degli incontri a cura di Oberdan Forlenza, Presidente Fondazione Teatro Due

 


Elena Cattaneo, Docente dell’Università Statale di Milano e Senatrice a vita

in dialogo con Oberdan Forlenza, Presidente Fondazione Teatro Due e Paolo Andrei, Rettore Università di Parma
8 giugno 2021

Salvatore Settis, Accademico dei Lincei
16 giugno 2021

Franco Frattini, Presidente aggiunto del Consiglio di Stato
22 giugno 2021

Giuseppe Remuzzi, Direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”
1 luglio 2021

ARENA SHAKESPEARE
Elena Cattaneo e Paolo Andrei, Salvatore Settis, Franco Frattini e Giuseppe Remuzzi saranno ospiti dell’Arena Shakespeare, Agora della città di Parma. Da un’idea di Oberdan Forlenza, Presidente di Fondazione Teatro Due, nasce la rassegna di incontri UNA SOCIETÀ MIGLIORE DOPO LA PANDEMIA, occasione di riflessione, in dialogo con la comunità, sulle problematiche sociali, scientifiche e politiche del presente e del futuro, grazie all’intervento di relatori di chiara fama.

Il Presidente di Fondazione Teatro Due, Oberdan Forlenza, è Consigliere di Stato, nominato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella Cavaliere di Gran Croce. Magistrato amministrativo, ha svolto incarichi per il Parlamento e il Governo; è stato, tra l’altro, consulente giuridico sia della Camera dei Deputati che presso la Presidenza del Consiglio e Capo di Gabinetto del Ministro per i Beni culturali. È stato estensore dei provvedimenti normativi in tema di spettacolo negli anni 1996-2001 ed è autore di saggi e monografie.

La pandemia ha fermato il lavoro, rapporti sociali e personali, la voglia di stare insieme e crescere.
Il mondo del teatro ha pagato e sta ancora pagando un prezzo molto alto, con la chiusura degli spazi, l’immobilita degli attori, soprattutto con la perdita del contatto tra persone, cittadini.
È un prezzo in termini di crescita collettiva, civile e culturale.
Questo è quanto è successo e nessuno era consapevole, quindici mesi fa, di quanto lungo sarebbe stato il tunnel e quanto forte il prezzo da pagare.
Possiamo ora sperare di essere – se non ora tra non molto – fuori dalla pandemia. E forse una prima riflessione è possibile.
Potremo avere un mondo migliore dopo la pandemia? Vogliamo fortemente crederlo.
Ma occorre capire quanto il nostro mondo è cambiato in questi mesi e come potrà ancora cambiare, nei rapporti internazionali e politico-economici, nell’organizzazione e nell’accesso alla cultura, nei nostri rapporti con la scienza.
Per questo, abbiamo ritenuto utile proporre una serie di riflessioni con eminenti personalità della scienza, della cultura, della politica e del diritto. Perché possano offrirci una valutazione fuori dall’ansia e prima che la quotidianità con le sue esigenze prenda il sopravvento.
Si tratta di incontri brevi e diretti, caratterizzati da alta competenza e franchezza. Potremo dialogare e porre e porci domande, per comprendere cosa deve e può cambiare, in definitiva cosa occorre fare per avere una vita migliore.

Oberdan Forlenza

X